Gli appartamenti reali di Monza, fra curiosità e bellezza

Monza è nota in tutto il mondo per due cose: l’autodromo e il parco della Villa Reale. Ma quanti hanno avuto il privilegio di entrare negli appartamenti dei Savoia e della regina Margherita tanto amata dal popolo? 

Dopo decenni di triste abbandono a se stessi, circa un anno e mezzo fa, grazie ad un accurato intervento di recupero, ha riaperto i battenti l’ingresso quella parte della Villa in cui il sovrano e la moglie non solo accolsero i loro nobili ospiti, ma – dando fondo a tutta la volontà  innovativa di cui erano capaci – portarono l’energia elettrica, lo sciacquone (…ebbene sì) e il primo circolo di tennis in Italia.

Tra intrighi di palazzo e retroscena dell’assassinio del re Umberto, la visita guidata agli appartamenti reali è un piccolo lusso che ogni monzese dovrebbe concedersi: per ammirare la cura dei dettagli, dal parquet raffinato ai passaggi segreti… Ma soprattutto per fare proprie informazioni utili a valorizzare il turismo di questa città, perla di rara bellezza, troppo spesso timida davanti ai riflettori.

Su eccezionale concessione del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, area valorizzazione ed eventi, pubblichiamo qui una piccola galleria d’immagini per un assaggio di visita, ringraziando la responsabile dell’ufficio stampa Ombretta Roverselli.

Foto: Mario Donadoni, archivio Consorzio Villa Reale e Parco di Monza 2015

La biblioteca dall’originale architettura speculare


La camera da letto del re, col suo letto alla francese


La sala del trono, con i decori degli stucchi al soffitto simmetrici agli intarsi di legno nel parquet.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...