THEMIS

Per gli antichi greci era una titanide, dea figlia di Urano e Gea (Cielo e Terra), voce oracolare delle norme primarie della società. In qualità di moglie di Zeus, le attribuivano la maternità delle Ore e delle Moire, padrone rispettivamente dell’ordine naturale delle cose e del destino degli uomini.

Il nome di Themis ha un forte impatto simbolico nel richiamare in sé tanto l’idea della cultura, quanto quella della giustizia.

CULTURA, perché la Grecia antica ha lasciato in eredità al patrimonio umano una ricchezza di strumenti di conoscenza: dall’epica e la mitologia – che ancora oggi tanto dicono sui significati perenni dell’esperienza umana – fino al teatro e alla filosofia.

GIUSTIZIA, perché Themis, a differenza di sua figlia Dike, non si preoccupa del rispetto delle leggi scritte, ma lavora a monte, presidiando le norme sociali, il diritto naturale. È dea dell’equità, forza costruttiva ed edificante per l’ordine legale e morale delle cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...